La vita davanti a un caffè, in Sicilia è bella!
Dagli Auguri di Natale al senza glutine il passo è breve!
15 dicembre 2017

Processed with VSCO with a9 preset

In Sicilia, il caffè si beve all’impiedi, dinanzi al bancone, è un rito, tutto sommato frettoloso, per alcuni accompagnato dalla bustina di zucchero, per altri l’intensità di gusto e del profumo di un amaro non si toccano! A volte è la celebrazione della calma, dello stare seduti, in pausa davanti una tazzina, che contiene del caffè prodigioso, capace di abbattere barriere di ogni tipo con la sua forma culturale forte, trasversale, in grado di mettere in relazione persone, mondi e progetti fino a qual momento sconosciuti.

Ah il caffè..Il bello di avere un locale aperto dalla mattina alla sera è anche quello di osservare la gente e il rapporto che ha con questa mitica bevanda. Ieri mattina, ad esempio abbiamo capito che la coppia seduta ai tavoli esterni (per lei un macchiato, lui tazza in vetro) stava cercando di chiarire una situazione sentimentale finita da poco, avendo però la speranza di ricominciarla..chissà come andrà.

Ecco poi arrivare a passo svelto, munita di 24 ore la nostra amica “della banca” che prima di prendere servizio ha bisogno dei suoi 5 minuti prima di entrare in ufficio e ovviamente del suo secondo caffè accompagnato dalla nostra crostata al cioccolato.

Sono arrivate le 11 del mattino, il momento in cui davanti alla mitica cimbali ci vorrebbero 3 Alfonso, (ihihihih) tale è la confusione per la pausa caffè; l’attenzione comincia a scemare, se il senso non lo trovi, che fai, non te lo bevi un bel caffè? magari macchiato, d’orzo, al ginseng! Oggi piove, abbiamo appena terminato di servire il pranzo, tocca a noi mangiare: abbiocco = caffè.

Il sabato mattina è il giorno del caffè e giornale, il pomeriggio è il momento dello shopping, capita sempre che le amiche si riuniscano per ricaricare le batterie, fare due chiacchiere sulla settimana appena trascorsa, e ricominciare alla grande a spendere.  Questa scena in particolare ci mette molta allegria, forse perché sentiamo l’energia del weekend che arriva. Il caffè ci aiuta a vivere, diciamolo. È un’ottima scusa per tutto, scandisce e divide le fasi della giornata; il caffè dà senso al lavoro, allo studio, allo stare insieme, il caffè è sinonimo di pausa, il caffè ci piace.

C’è sempre una buona ragione per bere un caffè, e se non c’è la si trova.  In Sicilia, in Italia ammettiamolo, siamo abbastanza schifiltosi: il cappuccino dopo le 12 è inconcepibile, così come le varianti di uno Starbucks qualsiasi fanno rabbrividire i puristi dell’espresso. Eppure il mondo del caffè è ben più ampio di ciò che accade nel nostro bel paese, accade che all’estero sia degustato in molte altre occasioni, ed è considerato spesso come una bevanda con cui accompagnare i pasti, al pari di vino o birra ma per noi Italiani è ristoro, una coccola prima di qualsiasi altra cosa, poi se accompagnato dalla tipica pasticceria sicula….vallo a spiegare al ragazzo che qualche tempo fa ci ha chiesto un Iced Caramel Macchiato!

Ah chissà perché il giorno in cui ne serviamo di più è il Lunedì!