Le Arancine al burro, carne? No…al tartufo!
EVENTO AFFAMATI D’ARTE CON SIKULO – 200 BIGLIETTI PER LA MOSTRA DI WARHOL
3 novembre 2017
Com’è il ristorante perfetto? parla Inglese!
30 novembre 2017

Recentemente siamo stati nell’austera, artistica e curata città di Torino. Il motivo è stato partecipare alla fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, uno degli eventi legati al mondo del food più importanti d’Italia. In due giorni abbiamo gustato “micron” di tartufi provenienti dai boschi di Langhe, Roero e Monferrato, nocciole IGP piemontesi, Fassona battuta al coltello e chi più ne ha ne metta! Sapete qual’è la cosa che più ci ha colpito?

L’arancina al tartufo, come?! direte voi.. in effetti l’Italia gastronomica si è sprovincializzata e unificata, sono arrivati in Sicilia prodotti che prima si trovano solo al Nord e noi dal profondo sud abbiamo risalito lo stivale con le nostre specialità. Insomma uno scambio alla pari: formaggi e insaccati vs arancine e pomodorini pachino. A poco a poco, l’universo si è allargato : sono arrivati i mitici sushi e ramen dal Giappone, l’avocado, il mango, spezie indiane e Hamburger dalle mille declinazioni dall’America. Noi abbiamo contraccambiato con pasta, pizza cannoli e tiramisù. Si è realizzata la globalizzazione culinaria ed ora sono presenti sulle nostre tavole piatti globali, singolari commistioni tra sapori orientali e mediterranei, burger vegetariani con quinoa e amaranto, grani che fino a 10 anni fa erano noti solo ai seguaci della macrobiotica. Dobbiamo dire che questa commistione ci piace e non ci scandalizza affatto.

La cucina fonda le sue basi su secoli di storia, di esperienza, di abilità e di segreti accumulati che hanno dato vita alla tradizione. La battaglia tra cucina di creazione e cucina di tradizione è vecchissima, meglio valorizzare un piatto aggiungendo spezie, salse, guarnizioni e via dicendo o invece è preferibile assecondare la naturale verità dei prodotti?

Per noi è importante viaggiare e soprattutto assaggiare i prodotti e le tipicità della regione in cui sono nati, nella nostra mente riecheggiano vecchi proverbi come -moglie e buoi dei paesi tuoi o mangia come parli- effettivamente la stragrande maggioranza di questi piatti non sa viaggiare perché ha legami troppo forti con la propria terra, non a caso si dice che la digestione comincia in cucina, nel bene o nel male la gastronomia di questo secolo sarà il ritorno alla natura. Mangiate local e sano!